martedì 24 dicembre 2019

Sotto assedio - Roberto Ciardiello

Salve gente,
Vi ricordate di Ciardiello? Colui che mi ha battuto al primo Terni Horror Fest al quale ho partecipato, colui che è poi sempre arrivato in finale allo stesso concorso letterario. Colui che ha poi anche pubblicato un libro con la Dark Zone edizioni. Ecco, sono riuscito a farmi mandare un suo racconto, un corto di cento parole. Buona lettura!


Sotto assedio - Roberto Ciardiello

Dalla finestra osserva la notte.
Li vede ciondolare in strada. Volti inzaccherati, vestiti luridi. Avanzano incerti.
Cercano.
Cacciano.
Le provviste scarseggiano. Presto dovrà uscire di casa.
Scavalca l'ultimo scheletro spolpato, entra in bagno; la sorprende a masticare il canarino in uno scoppio di sangue. Riesce a pensare che non è la prima volta che la becca con l'uccello in bocca. Rantola forte come se stesse ridendo.
Troppo forte.
Un grido da fuori: «Zombie!»
Cornelio ha imparato a riconoscere quella parola. Così chiamano quelli come lui e Ada.
Le basi per sopravvivere:
Sono brutti e cattivi, loro.
E puntano alla testa.

***


La casa delle radici insanguinate:
Cupo, Mago, Skizzo. Tre figure in agguato nell'oscurità, tre predatori in mezzo agli alberi, un unico obiettivo: svuotare la cassaforte di Villa Marchetti, residenza di facoltosi gioiellieri romani. Il piano: sorprendere la coppia di ritorno dal lavoro, entrare in casa, arraffare il possibile e filare verso una nuova vita, lontano dalla periferia degradata dalla città. Un gioco da ragazzi, come armare il cane di una pistola dalla matricola abrasa. Cupo, Mago e Skizzo questo credevano. Finché non hanno aperto la porta sbagliata.


VI lascio anche il link della Dark Zone dove si parla un po' del nostro Ciardiello.

Nessun commento:

Posta un commento

Sii sociale e lascia un commento: un parere, un consiglio, una critica (costruttiva).